Home / Archivio / Fertility Day, intervista al dottor Franco Lisi

Fertility Day, intervista al dottor Franco Lisi

fertility-day-la-parola-agli-esperti

Fertility Day, dopo le polemiche diamo la voce ad un esperto

Il 22 Settembre il Ministero della Salute ha lanciato la campagna del Fertility Day per sensibilizzare sul tema della fertilità e dell’infertilità. Si è molto parlato del tema ma non in maniera specifica: ciò che ha tenuto banco è stata l’analisi della comunicazione e dei manifesti creati per la campagna. Il tema in realtà è molto serio e andrebbe discusso partendo dagli “addetti ai lavori”.

Per questo motivo il Dott. Franco Lisi, Responsabile della Regione Lazio dell’A.GI.CO (Associazione Ginecologhi Consultoriali) e responsabile del trattamento di Riproduzione Assistita della Clinica Villa Mafalda di Roma, ha acconsentito a discutere con noi questo argomento.

franco-lisi-ginecologo-fertilita-roma

Dottor. Lisi, perché il Ministero ha sentito il bisogno di una campagna sulla Fertilità?

Il Ministero della Salute ha istituito questa campagna per la Fertilità perché ci si è reso conto del notevole decremento demografico italiano.

Qual è, secondo la sua esperienza, il punto centrale della questione?

Il punto centrale della questione è la difficoltà di una giovane coppia di creare una famiglia per le difficoltà occupazionali dei giovani.

Quante coppie si rivolgono alla sua struttura e perché?

Circa 400 coppie l’anno si rivolgono alla nostra struttura per difficoltà riproduttive

Esiste un’età giusta per avere figli?

L’età giusta per avere figli è intorno ai trent’anni ma questo per molte coppie non è possibile per la mancanza di un lavoro stabile e anche per la crisi abitativa pertanto le gravidanze vengono procrastinate notevolmente, spesso troppo.

Quali sono le principali cause di infertilità?

Le principali cause di infertilità nei paesi occidentali sono le cause ovulatorie e del liquido seminale, vengono poi le patologie tubariche. Spesso non esiste una vera causa, ma è solo una ipofecondità legata all’età della partner femminile.

Un aspetto controverso della campagna sul Fertility Day è stato sicuramente l’aver posto l’accento quasi esclusivamente sulla fertilità femminile. Vi sono più rischi per la donna o sono ben distribuiti tra i due sessi?

I rischi sono equamente distribuiti tra i due sessi. Nella donna però si aggiunge anche il fattore età che implica una diminuzione importante della riserva ovarica.

Secondo la sua esperienza, perché nel nostro paese molte coppie aspettano tanto per avere figli?

Come già detto per problemi economici e sociali legati molto alla mancanza di lavoro e di servizi (asili nido) che rendono più semplice la gestione di una famiglia numerosa.

Le leggi attuali sulla fecondazione assistita sono sufficienti?

La legge italiana attuale sulla riproduzione assistita, dopo le modifiche apportate dalla corte costituzionale alla primitiva legge 40, è attualmente ben fatta e completa e in linea con quella di altri paesi europei.

Cosa si può fare concretamente per evitare i rischi di infertilità?

Per evitare i rischi di infertilità bisogna:

a) non procrastinare troppo la prima gravidanza

b) controllare le infezioni dell’apparato urogenitale

c) astenersi dal fumo

d) seguire una dieta adeguata.

Tutto questo farà si che al momento del desiderio di concepimento la paziente avrà una buona riserva ovarica

Cosa cambierebbe nella campagna proposta dal Ministero e perché?

La campagna del Ministero della Salute ha suscitato molte polemiche , evidentemente non è riuscita a trovare le parole giuste per rivolgersi alle aspiranti mamme, comunque è un bene che per la prima volta si sia parlato del problema.

 

Redazione Casa di Cura Villa Mafalda Blog

About Redazione Villa Mafalda Roma

Leggi anche...

Esami clinici per un cuore in salute - Casa di Cura Privata Villa Mafalda

Esami clinici per un cuore in salute

Sottoporsi ad esami clinici, che comprendano il dosaggio di determinati componenti nel sangue, è assai …

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi