Home / In Evidenza / Denti del giudizio

Denti del giudizio

Denti del giudizio - Villa MafaldaAl giorno d’oggi i denti del giudizio sono inutili e spesso possono rappresentare una potenziale fonte di problemi non solo per le gengive. La loro estrazione deve comunque essere valutata da un odontoiatra.

Normalmente i denti del giudizio compaiono tra i 17 ed i 26 anni. Questi rappresentano un’eredità dell’uomo primitivo, che aveva bisogno di denti e mascelle forti per poter masticare la carne cruda. Nel corso dei millenni la nostra alimentazione è molto cambiata: oggi il cibo è sempre meno duro e di conseguenza l’utilità degli ottavi molari è diventata praticamente nulla.

POSSIBILI PROBLEMI LEGATI AI DENTI DEL GIUDIZIO

Quando i denti del giudizio sorgono correttamente allineati, di norma non creano alcun problema. Purtroppo non sempre hanno la possibilità di crescere nella posizione corretta, perché nel tempo la dimensione delle mascelle si è ridotta e con essa anche lo spazio necessario allo sviluppo di questi terzi molari che viene di fatto ostacolato.

Nel caso in cui i denti del giudizio incontrino difficoltà nell’eruzione, possono crescere storti e/o parzialmente inclusi nell’osso o nella gengiva. Tutto ciò può minare la stabilità persino dei denti vicini, nonché comportare diversi problemi, quali:

  • Dolore
  • Rigonfiamento
  • Processi di infiammazione con ascesso
  • Problemi alle gengive, come la malattia parodontale
  • Carie che non interessano solo i denti del giudizio, ma anche i secondi molari: quando i molari rimangono intrappolati nella gengiva risulta difficile poter effettuare un’igiene accurata
  • Affollamento dentale, soprattutto nella zona degli incisivi (questo potrebbe rendere nulli i risultati dell’ortodonzia)
  • Fastidio durante la masticazione, poiché i terzi molari premono sui denti vicini
  • Problemi all’articolazione della mandibola e conseguenti dolori facciali e nevralgie
  • Dolore irradiante all’orecchio, alla nuca e alle articolazioni del capo
  • Alterazione dell’equilibrio del complesso mandibola-rachide cervicale e di conseguenza di tutta la colonna vertebrale

ESTRARRE O NO I DENTI DEL GIUDIZIO

Nonostante i denti del giudizio rappresentino potenzialmente una fonte di problemi, la loro estrazione rimane comunque un intervento chirurgico. Ogni caso è diverso dall’altro e solo l’odontoiatra è in grado di valutare i pro e i contro di una possibile estrazione, dopo aver effettuato gli opportuni esami diagnostici (Ortopanoramica digitale e/o TC DentaScan). Ovviamente, nel caso in cui i denti del giudizio non causino disturbi, né mettano a rischio la salute dei denti adiacenti, non c’è ragione di procedere con l’intervento.

Per informazioni, contattare il Reparto di Odontoiatria presente presso la Casa di Cura Privata “Villa Mafalda” di Roma

About blog1988

Leggi anche...

Preeclampsia, riconosciamo i sintomi - Casa di Cura Villa Mafalda di Roma

Preeclampsia: riconosciamo i sintomi

La preeclampsia, più comunemente conosciuta come “gestosi”, è una delle patologie potenzialmente più gravi che …

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi