Home / Prevenzione / Reflusso gastroesofageo: sane abitudini per prevenirlo

Reflusso gastroesofageo: sane abitudini per prevenirlo

Reflusso gastroesofageo, sane abitudini per prevenirlo - Villa Mafalda BlogIl reflusso gastroesofageo è un disturbo fastidioso, ma anche piuttosto comune. I suoi sintomi tendono ad acutizzarsi quando si passa da una stagione ad un’altra, ma è possibile tenerlo sotto controllo e prevenirlo grazie ad alcune sane abitudini.

Si parla di reflusso gastroesofageo quando si ha la risalita degli acidi contenuti nello stomaco. Per questa ragione è necessario non sottovalutare questa malattia cronica recidivante e curarla adeguatamente. In questo modo si può allontanare l’eventualità di sviluppare l’Esofago di Barrett o l’adenocarcinoma esofageo, di cui il reflusso rappresenta il fattore di rischio principale.

SINTOMI DEL REFLUSSO GASTROESOFAGEO

Il ritorno in gola dei succhi gastrici dovuto al reflusso gastroesofageo non è di certo qualcosa di piacevole. Solitamente i rigurgiti sono accompagnati da:

  • Bruciore di stomaco
  • Acidità
  • Tosse secca
  • Disfonia
  • Sensazione di corpo estraneo in gola
  • Digestione lenta e difficile

REFLUSSO GASTROESOFAGEO: alcune sane abitudini per prevenirlo

Vi sono alcune sane abitudini che possono alleviare i sintomi del reflusso e addirittura prevenirlo. Queste sono legate principalmente al nostro stile di vita, nonché ad alcuni alimenti da evitare.

Vediamo in maniera più dettagliata quali sono i cibi che è bene limitare o non consumare affatto:

  • Bevande. È importante ridurre l’assunzione di alcolici e caffè , ma anche di tè e qualsiasi bevanda gassata
  • Alimenti acidi e/o troppo speziati. Per tenere sotto controllo il reflusso gastroesofageo è necessario non consumare alimenti, quali: pomodori, lattuga, agrumi, ananas, mele, pere e banane
  • Pasti troppo ricchi di grassi. Questi rendono la digestione più laboriosa e per questo difficoltosa. Evitare la frittura, i formaggi grassi e stagionati, ma anche gli insaccati e la carne affumicata. Allo stesso modo bisognerebbe limitare il consumo di prodotti da forno fatti con olio, burro o strutto. Inoltre, sarebbe opportuno limitare anche il latte ed i suoi derivati
  • Chewingum e caramelle alla menta. Masticare chewingum favorisce l’introduzione di aria e di conseguenza anche la produzione di succhi gastrici. Si consiglia di non utilizzare gomme da masticare soprattutto a digiuno
  • Cioccolato. È questo un altro alimento che dovrebbe essere consumato in modo molto parsimonioso, se si vuole evitare il reflusso gastroesofageo. In particolare, sarebbe meglio evitarlo totalmente durante i cambi di stagione,  periodo in cui i sintomi tendono a riacutizzarsi

Cambiare alcune abitudini nel nostro stile di vita possono aiutarci a prevenire il reflusso:

  • Sovrappeso ed obesità. È importante praticare una attività fisica moderata e regolare, evitando così il sovrappeso. Questo, difatti, comporta un aumento della pressione intraddominale, che si ripercuote poi sullo stomaco, favorendo il reflusso. Non a caso nel momento in cui si comincia a perdere peso, il disturbo tende a migliorare notevolmente
  • Tabagismo. Il fumo influisce negativamente anche sul reflusso, quindi è opportuno non fumare
  • Stress. Lo stress fa contrarre le pareti dello stomaco, il quale è indotto a produrre maggiori quantità di succhi gastrici
  • Cintura dei pantaloni troppo stretta. Mai stringere in maniera eccessiva la cintura dei pantaloni
  • Pasti troppo abbondanti. Soprattutto la cena deve essere leggera. In generale sarebbe consigliabile effettuare ogni giorno 5 piccoli pasti che possono essere distribuiti durante la giornata
  • Dormire subito dopo un pasto. Dopo aver mangiato è importante aspettare almeno due ore prima di andare a dormire. Un consiglio utile è quello di cercare di dormire con il busto leggermente rialzato
  • Postura scorretta. La scoliosi o qualsiasi altra postura scorretta aggravano il reflusso, in quanto comprimono il diaframma limitandone il movimento. Per questa ragione respirare correttamente e rinforzare le fasce muscolari per mantenere in asse il corpo mediante una adeguata ginnastica posturale risulta fondamentale

Per ulteriori informazioni, presso la Casa di Cura Privata “Villa Mafalda” di Roma è presente il Reparto di Gastroenterologia

 

About blog1988

Leggi anche...

Tumore prostatico, l’importanza della visita urologica - Casa di Cura Privata Villa Mafalda di Roma

Tumore prostatico: l’importanza della visita urologica

Nelle fasi iniziali il tumore prostatico non presenta sintomi specifici. Per questa ragione è fondamentale …

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi