Prevenzione

Screening polmonare: perché è importante

Screening polmonare, perché è importante - Casa di Cura Villa Mafalda di Roma - Villa Mafalda BlogSottoporsi a Screening polmonare una volta l’anno può davvero fare la differenza in soggetti a rischio quali sono i fumatori.

Il tabagismo rappresenta un fattore di alto rischio che incide moltissimo specialmente sullo sviluppo del tumore ai polmoni. Come abbiamo più volte ripetuto sul blog, questa cattiva abitudine può avere conseguenze sulla salute di tutto il nostro organismo, contribuendo all’insorgenza di neoplasie anche in altre parti del corpo. Tuttavia, oggi vogliamo soffermarci in particolare sull’aspetto polmonare, dato che ogni anno in Italia sono 41mila le persone che si ammalano di carcinoma al polmone.

I fumatori nella fascia di età che va dai 50 agli 80 anni rappresentano i soggetti maggiormente a rischio. Inoltre, è bene sapere che la BPCO (Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva) è una problematica dell’apparato respiratorio fortemente associata proprio all’esposizione al fumo di sigaretta. Come sostiene la responsabile del Gruppo di Studio di Oncologia Toracica dell’Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri (AIPO)l’ipotesi che l’infiammazione sia una potenziale base di innesco per il danno del DNA cellulare nella genesi del cancro del polmone e della gran parte delle patologie respiratorie croniche si è fatta sempre più strada negli ultimi 20 anni “. Questo ci suggerisce quanto sia importante non sottovalutare il controllo della funzionalità respiratoria ed effettuare esami come ad esempio la spirometria.

SCREENING POLMONARE A VILLA MAFALDA

Il tumore al polmone rimane tra i più aggressivi, in quanto progredisce molto velocemente. Proprio per questa ragione individuarlo in maniera precoce può realmente fare la differenza; questo consente di poter attuare dei programmi terapeutici mirati che non per forza obbligano a ricorrere alla chirurgia.

Un recente studio italiano (MILD) dell’Istituto Nazionale Tumori di Milano (eseguito su un gruppo di persone dai 55 ai 75 anni con una storia di fumo di 20 sigarette al giorno per almeno 30 anni) ha confermato che effettuare una TAC al torace senza mezzo di contrasto una volta l’anno può abbassare il tasso di mortalità di circa il 25%.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità ad oggi il fumo rappresenta la seconda causa di morte nel mondo. Tuttavia, ciò che dovrebbe farci riflettere è il fatto che rappresenti anche la principale causa di morte evitabile.

Insieme al nostro Specialista in Malattie dell’Apparato Respiratorio, il Dott. Andrea Trovè, abbiamo attivato un Programma di Screening Polmonare, del costo promozionale di € 250, che prevede:

  • Visita pneumologica
  • Esame spirometrico
  • TC toracica a basso dosaggio. La nuova TC di ultima generazione utilizza, difatti, una minore dose di radiazioni e consente al tempo stesso di acquisire immagini accurate ad alta definizione in pochi secondi

In conclusione ricordiamo sempre che è fondamentale non fumare e sottoporsi periodicamente alla TC e agli esami di controllo della funzionalità respiratoria suggeriti nei tempi e modi dallo Specialista.

 

Per maggiori informazioni:

Casa di Cura “Villa Mafalda”
Via Monte delle Gioie, 5  –  00199 ROMA
Tel. 06.860941 – 06.86094781
email: direzione@villamafalda.comcardiologia@villamafalda.com