Salute

Salute del cuore e menopausa: esiste un legame?

Salute del cuore e menopausa, esiste un legame - Casa di Cura Villa Mafalda di Roma - Villa Mafalda BlogEsiste una correlazione piuttosto stretta tra salute del cuore e menopausa. Per questa ragione dedichiamo l’approfondimento di oggi a quali fattori bisogna tenere sotto controllo per mantenerlo sano ed evitare i disturbi cardiovascolari.

Intorno ai 50-55 anni la donna entra in quella delicata ma fisiologica fase della vita chiamata menopausa, in cui perde quella protezione ormonale fornita dagli estrogeni. Difatti, la variazione ormonale porta in genere a:

  • Ipertensione
  • Aumento del colesterolo totale e LDL
  • Riduzione del colesterolo HDL, ossia di quello buono
  • Una maggiore probabilità di sviluppare il diabete mellito

In menopausa la donna diventa, pertanto, più debole, vulnerabile e per questo potenzialmente più esposta ad andare incontro a problemi cardiovascolari.

SALUTE DEL CUORE E MENOPAUSA: come possiamo mantenerlo in salute?

Secondo i dati statistici il rischio cardiovascolare nella donna inizia dopo i 60 anni, mentre nell’uomo dai 40 ai 70 anni. Come abbiamo detto, durante l’età fertile le donne sono maggiormente protette. Tuttavia, dopo i 75 anni la prevalenza di patologie cardiovascolari nella donna arriva persino a superare quella dell’uomo. Per questa ragione possiamo dire che salute del cuore e menopausa sono fortemente correlate tra loro.

Ma come è possibile abbassare il rischio di andare incontro a questo genere di problematiche?
Innanzitutto è di primaria importanza adottare uno stile di vita sano ed effettuare visite di controllo ed esami regolari e periodici. Questi permettono, infatti, di monitorare i valori della pressione, della glicemia e del colesterolo nel sangue.

Vediamo in maniera dettagliata quali sono i fattori da tenere sotto controllo se vogliamo mantenere in salute il cuore a partire dalla menopausa:
  • Non fumare. Molti pensano che il fumo crei problemi solo a livello dei polmoni. Al contrario, questa cattiva abitudine mette a rischio anche il cuore, in quanto danneggia sia i vasi sanguigni che le arterie. La sigaretta causa, infatti, il loro irrigidimento e restringimento, aumentando la pressione sanguigna, accelerando la formazione di placche aterosclerotiche e diminuendo l’ossigenazione dei tessuti
  • Sana alimentazione. Risulta fondamentale stare attenti alla propria alimentazione, soprattutto per quelle donne che nel periodo menopausale attraversano momenti di ansia e depressione che le portano a mangiare di più e in maniera disordinata. È bene consumare 5 porzioni di frutta e verdura di stagione ogni giorno; preferire i cereali integrali e i prodotti caseari meno grassi; prediligere il pesce ricco di omega 3 (i cosiddetti grassi buoni)
  • Moderare il consumo di alcolici. Le donne dovrebbero limitarsi ad un bicchiere di vino al giorno
  • Peso. I cambiamenti ormonali e il rallentamento del metabolismo, tipici della menopausa, provocano un aumento del tessuto adiposo, ma anche una sua diversa distribuzione. Se nel periodo cosiddetto fertile la donna tende ad accumulare il grasso su fianchi e glutei, il calo degli estrogeni fa sì che questo si accumuli negli spazi viscerali. Il grasso addominale è, difatti, il più preoccupante, poiché produce delle sostanze che favoriscono processi infiammatori in grado di potenziare i rischi cardiovascolari. Per questa ragione è molto importante mantenere il peso nella norma e non superare gli 80 cm di girovita
  • Attività fisica. Praticare una attività fisica moderata ma regolare aiuta a mantenere sotto controllo il peso e in salute le ossa. Ballo, camminata veloce (fitwalking) e passeggiate in bicicletta; queste sono solo alcune delle attività che, se praticate con regolarità e unitamente ad una dieta corretta, possono stimolare e riattivare il metabolismo

 

Per maggiori informazioni:

Casa di Cura “Villa Mafalda”
Via Monte delle Gioie, 5  –  00199 ROMA
Tel. 06.860941
email: direzione@villamafalda.com
wwwvillamafalda.com/departments/ginecologia-e-ostetricia